Mariupol allo stremo ma resiste ancora. Video

Mariupol allo stremo ma resiste ancora. Video

Https://www.facebook.com/HackTheMoney/

Mariupol è la città ucraina dove si sta svolgendo lo scontro più feroce, si tratta di un luogo di importanza strategica fondamentale per i russi al fine di unire la penisola di Crimea al territorio della Federazione. Ma anche per gli ucraini il possesso della città è fondamentale, poiché è rimasta la loro unica possibilità di sbocco sul mare di Azov.

A Mariupol si combatte una guerra differente rispetto alle altre località dell’Ucraina sotto attacco, qui infatti si scontrano da una parte i separatisti russi del Donbass, oltre a reparti ceceni – e alcuni dicono anche siriani – mentre dall’altra il Battaglione Azov e altri reparti di truppe territoriali.

Il conflitto in città è durissimo, in quanto la guerra da queste parti va avanti quasi ininterrottamente dal 2014, fra rappresaglie, attentati e colpi di mano. Da entrambe le parti si tratta ormai di una questione personale, ognuno ha colpe da far pagare all’avversario, e di vita o di morte, non si saranno prigionieri a Mariupol, forse è anche questo il motivo della resistenza sovrumana dei difensori, sanno che a loro toccherà essere sgozzati se cederanno. I russi e i ceceni di sicuro non si aspettavano una tale resistenza e combattività e le voci dicono che i ceceni stiano addirittura mollando per le molte perdite subite e la resistenza trovata. Si tratta infatti di combattenti valorosi e sanguinari, ma sono avvezzi a combattere più come una banda di predoni piuttosto che in reparti militarmente organizzati.

In guerra, lo scenario peggiore possibile da affrontare è proprio quello del combattimento urbano. È assai difficile stanare fra gli anfratti degli edifici semidiroccati i soldati che vi si nascondono e a Mariupol si erano trincerati già da tempo in previsione di un attacco russo. In città i carri armati non hanno ampie possibilità di manovra e cadono frequentemente preda di agguati e lo stesso accade anche gli altri reparti corazzati o di fanteria. A volte basta un cecchino bene appostato per tenere sotto scacco un esercito intero, Stalingrado insegna.

I russi hanno quindi intensificato i bombardamenti sulla città, sia dal mare con le navi da guerra che con l’artiglieria pesante. La città è sotto assedio ormai da 28 giorni e senza acqua, luce e viveri da circa tre settimane, ma resiste ancora.

In questo tweet del battaglione Azov, postato circa un’ora fa, che abbiamo tradotto per voi, potete vedere la situazione attuale della città vista dall’alto di un drone.


Questa è Mariupol oggi. Come una città morta colpita dal nemico. Ma vivrà. La gente respira, affamata, negli scantinati delle case in fiamme. I loro cuori battono ancora sotto le macerie nella speranza della salvezza. Mariupol sta soffrendo. Tuttavia, è ancora un organismo vivente in attesa di essere salvato”.

Reparti ceceni presso l’acciaieria di Mariupol, che hanno occupato. Di religione mussulmana inneggiano ad “Hallah akbar” (Hallah è grande).

In quest’ ultimo video, girato dall’interno di un carro leggero BTR-4 del Battaglione Azov, l’attacco ad un carro armato russo T-72 che rimane danneggiato sotto i colpi del cannone da 30 mm e poi la distruzione di un carro leggero BRM-1K in forza ai paracadutisti russi. Dapprima li individuano tramite le telecamere collegate ai droni e poi, conoscendo bene il loro territorio, li vanno ad attaccare.

LE FOTO DEI MEZZI RIPRESI NEI VIDEO

Il carro armato russo T-72
Il carro leggero paracadutabile russo BRM-1K
Il carro leggero ucraino BTR-4 Bucefalo

Copyright HACK THE MONEY

fRIEz

fRIEz è un Blogger e un informatico di lunga data in ambito sistemistico, server, reti, internet. È esperto di Bitcoin, criptovalute, mining, tecnologia blockchain e masternode. È sostenitore dell'hacking etico, ha sviluppato competenze professionali nell'attacco e difesa di sistemi informatici. --- --- --- “Il Ribelle deve possedere due qualità. Non si lascia imporre la legge da nessuna forma di potere superiore né con i mezzi della propaganda né con la forza. Il Ribelle inoltre è molto determinato a difendersi non soltanto usando tecniche e idee del suo tempo, ma anche mantenendo vivo il contatto con quei poteri che, superiori alle forze temporali, non si esauriscono mai in puro movimento.” ERNST JÙNGER

Related Posts

La Russia decide di accettare pagamenti del gas in BTC

La Russia decide di accettare pagamenti del gas in BTC

La 3 Guerra Mondiale è alle porte, ma chi la vuole?

La 3 Guerra Mondiale è alle porte, ma chi la vuole?

Putin: se volete il gas russo lo pagate in rubli

Putin: se volete il gas russo lo pagate in rubli

L’obbligo vaccinale finisce alla Corte Costituzionale

L’obbligo vaccinale finisce alla Corte Costituzionale

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovalo ora su eBay

Trovalo ora su AMAZON